la Basilicata è onirica


Cascate, rovine e luoghi segreti rivivono con l’arte: la Basilicata è ‘onirica’
Raccontare la Basilicata misconosciuta, quella che associa natura e storia, paesaggio e antropologia, lontano dai classici itinerari turistici mainstream: è questo l’obiettivo del progetto Basilicata onirica, che intende puntare uno sguardo su luoghi come le Cascate di San Fele o i Calanchi di Pisticci attraverso un itinerario creativo, con messe in scena e performance di artisti capeggiati da Fabiana Belmonte. Nascono così dei veri e propri repertori concepiti attraverso le immagini, fotografie che saranno interamente prodotte se il progetto riuscirà a reperire i fondi necessari per essere sostenibile. Associando così creatività a turismo, cercando di “far risaltare la bellezza surreale e magica della nostra terra”, come suggerisce la stessa Belmonte. Info sulla pagina Facebook Basilicata onirica (Lorenzo Madaro)
Commenta

Share

protesta delle popolazioni colpite dal sisma

Terremoto, a Roma la protesta delle popolazioni colpite dal sisma
Questa mattina a piazza Santi Apostoli i residenti e non delle zone distrutte dal terremoto hanno manifestato contro la negligenza della politica. I cittadini chiedono lo snellimento delle burocrazia che di fatto sta rallentando la rimozione delle macerie e la ricostruzione e lo sblocco dei fondi per la gestione dell’emergenza.
di Livia Crisafi

Share

Nubifragio sulla Sicilia

Nubifragio sulla Sicilia, strade come fiumi a Sciacca: acqua e fango invadono la città
Piogge torrenziali in Sicilia, dove le piogge torrenziali hanno causato inondazioni. In questo video, pubblicato sulla pagina Facebook “Meteo real time”, un uomo all’interno della propria automobile ha documentato il maltempo a Sciacca, dove un torrente è esondato causando allagamenti in città

Share

Amatrice: ambulanze bloccate dalla neve

Emergenza neve ad Amatrice, ambulanze bloccate dalla neve
Le forti nevicate sul Centro Italia rendono ancora più difficile la vita nelle zone colpite dal terremoto: l’unica strada che conduce ad Amatrice è chiusa in attesa che i mezzi spazzaneve la rendano di nuovo percorribile e molti mezzi, tra i quali anche alcune ambulanze dirette al presidio sanitario del paese, sono fermi in attesa di ripartire

video di Alessandro Serranò / AGF

Share

Donna vive 11 mesi in aeroporto

Palermo, “Io, senzatetto, così ho vissuto 11 mesi dentro l’aeroporto di Punta Raisi”
Per 11 mesi ha dormito all’aeroporto Falcone-Borsellino. Alle nove di sera sistemava il sacco a pelo nella terrazza e alle 5 del mattino era già al bar per il primo caffè. Durante il giorno vagava fra l’area partenze e arrivi spingendo il carrello con borse e valigie piene dei suoi oggetti personali. Come fosse uno dei tanti passeggeri in transito. Adesso Gabriella Sciacca, palermitana di 57 anni, che da quando non ha potuto più permettersi una casa con i 350 euro mensili di mantenimento dell’ex marito si è rifugiata in aeroporto, è stata accolta nell’ecovillaggio della cooperativa Libera-Mente di Cinisi. (di Claudia Brunetto e Giorgio Ruta)

Share